Il Direttivo

Fabrizio Acanfora – Presidente

Autistico, musicista, autore del saggio autobiografico “Eccentrico“, edito da effequ. Contribuisce alla diffusione della cultura della neurodiversità attraverso il suo blog  www.fabrizioacanfora.eu.  Insegna disturbi dello spettro autistico al Master in Musicoterapia dell’Università dei Barcellona, di cui è anche coordinatore accademico, ed è consulente per i disturbi dello spettro autistico all’Istituto Catalano di Musicoterapia.

_______________________________________________

Alice Sodi – Vice Presidente

Autistica, co-fondatrice di NEUROPECULIAR APS, fa parte del Comitato organizzativo di AUTcamp, coordinatrice dei progetti di certificazione delle competenze per le persone neurodivergenti e del progetto socio-culturale di ricerca e intervento per le Scuole Primarie “Educare i bambini alla Neurodiversità”.

_______________________________________________

Roberto Mastropasqua – Segretario e Tesoriere

Autistico, ideatore e organizzatore di AUTcamp la non-conferenza delle differenze, dove le neurodivergenze hanno una voce; si interessa agli studi sull’autismo delle scienze sociali, ai Disability Studies e i Critical Autism Studies.
Impegnato nella divulgazione socio-culturale dell’Autismo.

_______________________________________________

Tiziana Naimo – Consigliera

Autistica, grafica e illustratrice. Fondatrice della pagina e del blog Bradipi in Antartide, fa parte del Comitato organizzativo di AutCamp. Speaker al Master UNIPA 2018. Ha partecipato alla progettazione della formazione “Educare i bambini alla neurodiversità” e ne ha curato la realizzazione dei contenuti grafici e video. Parte del gruppo di che si occupa del progetto sulla certificazione di competenze. Autrice dei contenuti grafici e video dell’associazione.

_______________________________________________

Mara Visonà (They/Them) – Consigliere

Autisticə, dottorandə in Scienze del Patrimonio Culturale presso l’Università del Salento. Ha preso parte al progetto per le Scuole Primarie “Educare i bambini alla Neurodiversità”. Partecipa agli incontri di autoconsapevolezza per persone neodiagnosticate e al progetto Cantieri della Salute della Regione Toscana, supportando la ricerca di soluzioni per il miglioramento dell’accessibilità dei servizi sanitari nell’area Grossetana.